Francesco Franco

LA PARABOLA DI DOSTOEVSKIJ

ABSTRACT. La poetica di Dostoevskij ha incarnato una delle più profonde visioni della natura umana, maturata polemicamente a contatto con i vari ottimismi filosofici dell’Ottocento. Dai suoi romanzi emerge una concezione dell’uomo drammaticamente combattuta tra il desiderio di felicità e le illusioni cresciute all’ombra del razionalismo moderno. Il risultato è il disperato sradicamento nichilistico dei suoi personaggi, veri simboli metafisici di una libertà snaturata e svuotata di senso. Tuttavia l’esigenza del bene trova nella figura di Cristo la cifra del riscatto, manifestata dai personaggi positivi della sua opera.

ABSTRACT. Dostoevsky’s poetics has incarnated one of the most profound visions of human nature, matured polemically through contact with the various philosophical optimisms of the 1800s. From his works, a concept of man dramatically torn between the desire for happiness and the illusions grown in the shade of modern rationalism. The result is the desperate nihilistic eradication of his characters, true metaphysical symbols of a distorted freedom and void of any meaning. Notwithstanding, the need for goodness finds in Christ the key to redemption, manifest in the positive characters in his work.

 

Continua a leggere l’articolo